giovedì 29 novembre 2012

Il post di oggi è un post di "chiarimento"


Il post di oggi è un post di "chiarimento", ci tengo a scriverlo e spero che faccia piacere anche a voi conoscere il mio punto di vista.
Le mie collaborazioni  non mi vincolano in alcun modo,nell'esprimere un giudizio  o mi obbliga a parlar bene di un prodotto, sono le mie opinioni oneste e non condizionate dall'omaggio ricevuto, non avendo obblighi spesso passa del tempo tra l'arrivo del prodotto e la recensione proprio perché ci tengo a prendermi il tempo necessario per valutare con calma i prodotti per poterli testare accuratamente per voi.
Ogni opinione espressa non e' condizionata in alcun modo,ma unicamente frutto della mia personale esperienza col brand.





Vi lascio con questa frase oggi:

''Per molti versi la professione del critico è facile: rischiamo molto poco pur approfittando del grande potere che abbiamo su coloro che sottopongono il loro lavoro al nostro giudizio; prosperiamo grazie alle recensioni negative che sono uno spasso da scrivere, e da leggere. Ma la triste realtà a cui ci dobbiamo rassegnare è che nel grande disegno delle cose anche l'opera più mediocre ha molta più anima del nostro giudizio che la definisce tale. Ma ci sono occasioni in cui un critico qualcosa rischia davvero: ad esempio nello scoprire e difendere il nuovo.''                                                            -Anton Egò-



Oggi miei cari amici, vi voglio parlare dei cannoli siciliani, il simbolo e l’orgoglio della pasticceria Siciliana che grazie al suo peculiare gusto è alla sua bontà ha ormai raggiunto ogni angolo del mondo. Come tale è stata ufficialmente riconosciuta e inserita nella lista dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani (P.A.T) . Si compone di una cialda di pasta (detta scorza o buccia),  fatta di farina di grano tenero, vino, zucchero e strutto che viene arrotolata su di un piccolo tubo di metallo e poi velocemente fritta. Il ripieno tradizionale consiste in: ricotta di pecora setacciata e zuccherata a cui  vengono poi aggiunti canditi o gocce di cioccolata, e infine spolverato con dello zucchero a velo. Oggi potete trovare i cannoli anche farciti con crema pasticcera, crema al pistacchio o con il cioccolato(Per tutti gusti insomma!).
Ho chiesto all'azienda ’’Pennisi’’ che produce ‘’bucce’’ di cannoli Siciliani di collaborare con il mio blog per poter sperimentare di persona la bontà di un vero cannolo siciliano artigianale, e di condividere con voi questo gusto unico.
Per questo ringrazio il signor Pennisi che mi ha amichevolmente omaggiato con scorze di varie dimensioni che mi permetteranno di consigliarvi ricette gustose per farcire i vostri cannoli;  il resto lo faranno queste meravigliose cialde che potrebbero esser mangiate anche da sole per quanto sono buone.


Pennisi:
 L’ Azienda nasce circa 20 anni fa dalla volontà e intraprendenza di Sebastiano Pennisi . 
Da circa 10 anni il laboratorio artigianale si è sempre più specializzato nella produzione di BUCCE di CANNOLI SICILIANI, migliorando sempre la sua qualità e facendosi apprezzare sempre più prima dalla propria clientela, poi da chi lo ha gustato apprezzandone la fragranza, il sapore ed i profumi,La sede è a Belpasso , un paesino in provincia di Catania alle falde dell’ETNA.








Vi consiglio di provare questi cannoli perché sono FAVOLOSI!!!

Se siete interessati questo è il sito internet:http://www.cannolidisicilia.it/chisiamo.html

A presto con le ricette per farcire queste delizie.


mercoledì 28 novembre 2012

Cosa c'è di meglio di un cannolo di ricotta per ritemprarsi?


Cosa c'è di meglio di un cannolo di ricotta per ritemprarsi? Affondi i denti nel croccante della sfoglia, e la crema fugge via dall'involucro che la teneva prigioniera, e ti incolla di morbida dolcezza. Un cannolo di ricotta ti rimette in sesto. Ti Riconcilia col mondo e con la vita.

                                                         Dal Libro “Vita Candita” di Rosalba Perrotta


e con questa frase inizia la mia seconda collaborazione ;)
CONTINUATE A SEGUIRMI!!!

Pane integrale

Il pane integrale:
Il pane integrale, preparato con farina integrale, è un ottimo sostituto del pane bianco in quanto ricchissimo di fibra, vitamine e sali minerali.

                                                                Ingredienti:

500gr. di pane integrale del Molino Chiavazza
300gr. di acqua
12 gr. di lievito di birra
1 cucchiaino di zucchero o malto
sale q.b.
olio evo


Procedimento:

Mescolate in una ciotola lo zucchero insieme al lievito di birra sbriciolato 
In un bicchiere versate l’acqua tiepida, l’olio extra vergine d’oliva e il sale e mescolate il tutto molto bene.
Disponete la farina integrale a fontana e versate il contenuto del bicchiere (acqua, olio extra vergine d’oliva e sale) e il composto di lievito e zucchero .
Pian piano, impastate il tutto finché la farina abbia assorbito gli altri componenti,continuate ad impastare fin quando avrete un panetto liscio.
Il risultato sarà una pasta morbida, elastica, appiccicosa.
Formate una palla con l’impasto e lasciatela riposare coperta da un panno in un posto caldo per circa due ore.
Passatele due ore, impastate di nuovo per 5 minuti e riponete il vostro composto in un posto caldo coperto da un panno per una o due ore.
Trascorso il tempo di lievitazione,dividete il composto in due parti e date a queste la forma che più preferite.
Adagiate i due composti su una terrina da forno ricoperta con carta da forno.
Segnate il pane, nella sua parte superiore, con una croce.
Cuocete in forno già caldo a 200° per circa 40 minuti.

Polenta con tartufo e pomodoro

La polenta:
Da sempre definita il"piatto dei poveri" la polenta sta alla base di molte delle ricette tipiche valtellinesi proprio grazie alla sua bontà e semplicità: la polenta, infatti, altro non è se non un impasto di acqua e farina di cereali, cotto in un paiolo.
Al contrario di quello che si pensa, la polenta non si fa solo con la farina di granoturco, ma può essere preparata con una grande varietà di cereali e addirittura con le castagne.




 Ingredienti:
500gr. di polenta del Molino Chiavazza
2lt. da acqua
sale
Per la salsa:
Sugo con salsicce:
salsicce 4
carote 2 grandi
sedano 1 costa,cipolla 1
vino bianco 1/2 bicchiere
passata di pomodoro 1 bottiglia
sale, peperoncino,olio evo.
tartufo nero




Procedimento:


Preparare il sugo. Mettere in un largo tegame la carne e le verdure lavate e tagliate a metà. Far cuocere, senza aggiunta di grassi, a fuoco basso con coperchio per circa 20 minuti. Quando il liquido di cottura si è quasi completamente asciugato, aggiungere il vino bianco e lasciar evaporare. Quindi aggiungere la passata di pomodoro, il sale , il peperoncino, olio evo e lasciar sobbollire per circa 40 minuti.
 Mettere a bollire 2l di acqua per la polenta. Prima che raggiunga il bollore (in modo da non formare dei grumi) versare la farina a pioggia, mescolare con una frusta,la polenta sarà cotta quando inizierà a staccarsi dal tegame.
Condire la polenta con il sugo di salsicce,spolverate con del parmigiano e grattate il tartufo.


Consiglio:
Bastano poche scaglie di tartufo  per insaporire l’intera pietanza. Per un risultato davvero sublime, sarebbe meglio abbondare, ma senza esagerare. ;)

domenica 25 novembre 2012

Rotolo alla nutella

Miscela di farina e lievito del Molino Chiavazza:
Per preparare dolci in modo facile e veloce. Adatta per la preparazione di torte, crostate e biscotti. Non necessita dell’aggiunta di lievito.


Ingredienti:
100 gr. di farina del Molino Chiavazza(farina e lievito)
10 gr. di miele
5 uova medie
140gr di zucchero
1/2 bustina di vanillina
Nutella
Zucchero a velo

Procedimento:

Prendete le uova e dividete i tuorli dagli albumi, poi sbattete i tuorli per almeno 10 minuti assieme a 90 gr di zucchero, al miele e alla vaniglia  fino a che non diventano chiari e molto spumosi.
Montate gli albumi a neve non troppo ferma insieme al restante zucchero, quindi unite il composto ai tuorli utilizzando una spatola. Fate attenzione a non smontare gli albumi. A questo punto aggiungete la farina setacciata molto delicatamente ed amalgamate.
Stendete l’impasto su di un foglio di carta forno, posto su una teglia da forno delle dimensioni, e livellatelo con una spatola piatta e liscia fino a raggiungere lo spessore di 1 cm. 
Infornate in forno statico preriscaldato a 220° per 6-7 minuti (non di più); la superficie del dolce deve diventare appena dorata e non dovrete mai aprire il forno che tratterrà al suo interno l’umidità. Estraete dal forno, toglietela immediatamente dalla teglia e poggiatela con tutta la carta forno su di un piano. Spolverizzate subito la superficie  con dello zucchero semolato, che servirà a non farla appiccicare e sigillatela immediatamente con della pellicola, ripiegandola anche sotto i lati. Questo servirà a fare in modo che raffreddandosi trattenga al suo interno tutta l’umidità necessaria a renderla elastica a sufficienza da piegarsi senza creparsi.Quando la pasta sarà fredda togliete la pellicola, farcitela con abbondante nutella spalmandola su tutta la superficie con un cucchiaio o con un lungo coltello a lama liscia. Lasciate un margine di circa 2 cm per evitare che sbordi quando andrete ad arrotolarla. A questo punto arrotolate delicatamente la pasta, poi avvolgetela nella carta da forno e ponetela nel frigorifero per circa 20 minuti.

Pane con la farina di manitoba

La farina di Manitoba del Molino Chiavazza:
La caratteristica principale di questa farina è di contenere una grossa quantità di proteine insolubili (glutenina e gliadina) che, a contatto con un liquido nella fase d'impasto, producono glutine. Il glutine forma una tenace rete che, negli impasti lievitati trattiene i gas della lievitazione permettendo un notevole sviluppo del prodotto durante la cottura; nel caso delle paste alimentari trattiene invece gli amidi che renderebbero collosa la pasta e permette una cottura al dente.


Ingredienti


300 gr di farina 00
300 gr di farina del Molino Chiavazza Manitoba
1 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaino di sale
2 cucchiai di olio evo
300 gr di acqua a temperatura ambiente
25 gr di lievito di birra (un cubetto)




Procedimento:
Riempite una ciotola con l'acqua tiepida e sciogliete all'interno il cubetto di lievito e lo zucchero. Su una spianatoia versate le farine e il sale, mescolate e lavorate con l'acqua e il lievito della ciotola. Lavorate bene l'impasto per qualche minuto fino ad ottenere un impasto sodo ed elastico. Spennellate con olio e lasciate lievitare in una coppa dai bordi alti per 2 ore.Coprite con un panno o con pellicola trasparente.
Passate le due ore, prendete l'impasto formate 3 palline e disponetele su teglia rivestita di carta forno.
Cuocete in forno caldo per 30 minuti a 180°.



Crostata al cioccolato

Miscela di farina e lievito del Molino Chiavazza:
Per preparare dolci in modo facile e veloce. Adatta per la preparazione di torte, crostate e biscotti. Non necessita dell’aggiunta di lievito.


Ingredienti:
260gr di burro
330gr. di farina del Mulino Chiavazza farina e lievito
2 tuorli
Sale qb
130 gr. zucchero a velo
Nutella q.b.


Procedimento.

Preparate  la pasta frolla. Per preparare la pasta frolla utilizzate le dosi indicate(e seguite il procedimento inserito qui)Una volta che avrete preparato la pasta frolla, avvolgetela in un foglio di pellicola trasparente e lasciatela rassodare in frigorifero per almeno 2 ore. Trascorso il tempo necessario  stendetene 2/3 con un mattarello (tenete da parte 1/3 di frolla che vi servirà per realizzare le classica decorazione ) con spessore di 3 mm: posizionatela in una teglia del diametro di 24 cm, meglio se  antiaderente (non ci sarà bisogno di imburrare ed infarinare).
Bucherellate il fondo della pasta frolla con  una forchetta , e quindi con un cucchiaio spalmate la cioccolata e ripiegate i bordi della crostata verso l’interno. Procedete formando le strisce per decorare la crostata. Stendete la pasta frolla tenuta da parte e con una rotella, o bucherellatela: ritagliate le strisce di pasta che vi serviranno per formare la classica decorazione a griglia della crostata. 


Cottura:
Infornate in forno già caldo per 180 gradi per 45 minuti(deve solo dorare la crostata altrimenti si secca troppo).



Decorazione:
Una bella spolverata di zucchero a velo!







Se vi avanza della pasta frolla preparate dei deliziosi biscottini ;)

sabato 24 novembre 2012

Fusilli con orata,melanzane e pinoli

Ingredienti per 4 persone:                                                               
Pasta fusilli 400g
1orata da  500g
1/2 melanzana a cubetti
50 gr. di pinoli
aglio q.b.
olio extravergine d’oliva
sale q.b.
pepe q.b.
Peperoncino

Procedimento:
Fate cuocere la melanzana tagliata cubetti in una padella dove avrete scaldato un po’ d’olio con uno spicchio di aglio e il peperoncino. Aggiungete il sale e pepe successivamente quando le melanzane saranno cotte aggiungete l'orata tagliata a cubetti(marinata con del l'olio,il sale e pepe),per pochi minuti.Tostate i pinoli e nel frattempo cuocete la pasta  una volta cotta al dente fatela saltare in padella con le melanzane.
Decorazione:
Versate la pasta nel piatto e guarnitela con un pomodorino intagliato a rosa(per dare colore). 













venerdì 23 novembre 2012


Oggi amici miei vi voglio parlare della “farina” un prodotto ottenuto dalla macinazione di cereali e altri prodotti. La farina è uno degli ingredienti fondamentali e più utilizzati in cucina, molte persone non riconoscono la sua importanza, per questo ho chiesto al “Molino Chiavazza” di collaborare con il mio blog e l’azienda dopo aver preso visione del sito, è stata ben lieta di intraprendere questa collaborazione. Per questo voglio ringraziare il “Molino Chiavazza” che mi ha graditamente omaggiato dei vari tipi di farine e per poter farle diventare delle deliziose ricette.
Nel creare un piatto buono servono materie prime e ottima qualità.
Nei prossimi numeri vi proporrò delle ricette deliziose, accompagnate dalla spiegazione dettagliata del tipo di farina che sarà la protagonista delle nostre ricette.


IL MULINO CHIAVAZZA:

Specialisti del frumento dal 1955, La gamma delle farine classiche è stata creata per rispondere a specifiche esigenze del consumo domestico. Nel caso del frumento vanno distinti i prodotti ottenuti dalla macinazione del grano tenero da quelli ricavati dal grano duro.
Oggi  L'azienda si è mantenuta flessibile, pronta a soddisfare e ad anticipare le richieste del mercato. Dispone di due stabilimenti produttivi: uno a Casalgrasso, in provincia di Cuneo, dove produce e confeziona farine di grano tenero, e uno a Pancalieri, in provincia di Torino, dove si confezionano farine, semole, polente e diverse specialità alimentari. Forte dell'esperienza maturata, l'azienda ha ampliato la gamma dei prodotti creando nel 2007 la linea di preparati per torte, creme e budini "Dolce Mondo Antico" e nel 2010 la linea di preparati per pane "Forno di Casa Mia". L'attenzione crescente alla qualità, alla logistica e all'organizzazione ha permesso di riscuotere la fiducia di clienti importanti. Oggi il Molino Chiavazza è una delle più significative aziende molitorie e uno dei principali produttori nazionali di farine, destinate al consumo finale e professionale, confezionate sia a marchio proprio sia sotto l'insegna delle principali catene distributive. Con la scomparsa di Bartolomeo Chiavazza nell'aprile 2009, la carica di presidente della società è ora ricoperta dal fratello co-fondatore Giuseppe Chiavazza.
LE CERTIFICAZIONI:
Il Molino Chiavazza da anni è impegnato nel fare crescere la qualità dei prodotti e nel di­ffonderne la cultura. Per questo motivo ha deciso di ottenere riconoscimenti internazionali per certi‑ficare gli sforzi della propria organizzazione. Il Sistema di Qualità aziendale è certifi‑cato secondo i requisiti della norma UNI EN ISO 9001/2008 e gli standard internazionali BRC e IFS con la SGS Italia. L'azienda è certi‑ficata inoltre per il confezionamento di farine biologiche con il CCPB di Bologna. Il laboratorio interno è in grado di eff­ettuare l'intera gamma di analisi chimico-‑fisiche e reologico-fermentative su materie prime, prodotti finiti e intermedi di produzione.

 Potete consultare il sito internet:http://www.molinochiavazza.it/
e il loro blog piacevolissimo:http://cultura-del-frumento.blogspot.it/

E' fondamentale conoscere la storia che c'è dietro ad ogni ingrediente che arriva sulla nostra tavola. In esso c'è tanta passione, tanta dedizione e tanta fatica dietro un semplice ingrediente, utilizzato ogni giorno per la preparazione di tutti i nostri piatti che consumiamo costantemente.


Soufflé al limone


INGREDIENTI

Per La Crema....
 8 Tuorli
80 Gr Di Zucchero
50 Gr Di Farina
350 Ml Di Latte
La Scorza Grattugiata Di 2 Limoni
Il Succo Di 1 Limone
Per La Meringa....
 8 Albumi
100 Gr Di Zucchero



PREPARAZIONE
SeparaTe i tuorli dagli albumi e lavorare i tuorli con gli 80 gr.di zucchero fino a che diventano chiari e spumosi, quindi incorporate la farina, versateci sopra il latte intiepidito e cuocere la crema su fiamma bassa per 1 minuto. Togliete dal fuoco aggiungete alla crema la scorza grattugiata dei 2 limoni e il succo di uno. Mescolate il tutto molto bene. Montare gli albumi con un pizzico di sale e lo zucchero rimasto fino a quando saranno ben sodi. Unire la crema agli albumi montati a neve e mescolate delicatamente con una spatola, dal basso verso l'alto, fino a ottenere un composto omogeneo. Suddividete il composto ottenuto negli stampi, precedentemente imburrati e inzuccherati, riempiendoli fino a  1 cm dall'orlo. 

COTTURA:
Cuocere in forno già  caldo per 8 minuti, sfornarteli.


DECORAZIONE:

Decorare con una leggera spolvera di zucchero a velo e serviteli subito :)














giovedì 22 novembre 2012

Panna cotta al cioccolato

 Ingredienti:
3 fogli di colla di pesce 
 500 grammi di panna fresca,
250 ml di latte 
150 grammi zucchero 
100 grammi di cioccolato fondente 


Procedimento:
Mettiamo in una casseruola la panna,il latte,lo zucchero e il cioccolato fondente tritato cuocere sul fuoco senza arrivare al grado di bollitura.Successivamente prendete la colla di pesce,che abbiamo precedentemente messo ad ammorbidire in acqua fredda,ed infine mettete la colla di pesce strizzata nel composto ancora caldo.
In fine mettete un mestolo del composto nei stampini monodose,lasciateli raffreddare una volta freddi potete metterli in frigo per circa due ore quando la panna cotta si sarà solidificata con la colla di pesce potete servire.

Decorazione:
 Guarnite il tutto con dei lamponi e mirtilli e spolverati con poco zucchero a velo

Ciambellone

A grande richiesta la mia ricetta del Ciambellone :) 
Ingredienti:
300gr di farina
300gr. di zucchero
150gr.di burro
180 ml di latte
3 uova
1 bustina di lievito per dolci
sale q.b.
zucchero a velo q.b.


Preparazione:
Mettere nel mixer da cucina la farina,lo zucchero,il burro,il latte,le uova,il lievito setacciato,un pizzico di sale e  frullate tutto,una volta ottenuto un composto ben amalgamato.
Successivamente infarinate e imburrate uno stampo da ''savarin'',versate il composto nello stampo,livellate bene il composto in modo uniforme.

Cottura:
Mettere il ciambellone nel forno per 30 min.a 180°

Decorazione:
Spolverate con dello zucchero a velo

Caprese al cioccolato bianco

Il cioccolato bianco rende davvero  raffinato questo dolce ed è assolutamente da provare ;)

Ingredienti:
200 gr di mandorle
5 uova
150 gr di burro fuso
200 gr di cioccolato bianco
200 gr di zucchero
 3 limoni solo la scorsa
l succo di un limone
1 bustina di lievito
1 bicchiere di crema di limoncello
Zucchero a velo q.b.

Preparazione:
Per iniziare tritate le mandorle e il cioccolato bianco in un  mixer da cucina.
In un'altra ciotola unite le uova con lo zucchero,il burro,la scorsa e il succo del limone ed infire la crema di limoncello,mescoliamo il tutto molto bene.
Successivamente aggiungete le mandorle e il cioccolato bianco e il lievito setacciato al composto,mescolate nuovamente.
Versate il composto in una tortiera con carta da forno.

Cottura:
Infornare la torta a 180° per circa 50 minuti

Decorazione:
Spolverate con dello zucchero a velo e guarnite la torta con delle fettine di limone 

lunedì 19 novembre 2012

Saltimbocca alla romana

"Il piatto tipico della cucina Romana ormai conosciuto in tutto il mondo"


Ingredienti:
fettine di vitello qb
prosciutto crudo qb
salvia
farina 00
sale
vino bianco o marsala secco
burro 50gr.
                                                     olio evo

Procedimento:
Preparate la carne eliminando eventuali nervetti e grasso date una forma tondeggianti alle fettine,ponete la carne su della carta da forno,piegate a metà il foglio in modo da ricoprire la fettina e batterla con un batticarne.Successivamente prendete la salvia e adagiatela sulle fettine di carne,poi mettiamo la fettina di prosciutto,in seguito prendiamo una pirofila dove metteremo della farina aromatizzata con sale e pepe,e infine  adagerete le fettine dalla parte posteriore quella senza prosciutto,una volta completata l'operazione;prendete una pentola capiente e fate sciogliere il burro e olio, quando inizierà a soffriggere aggiungete i saltimbocca,un paio di minuti prima dal lato della farina e gli ultimi minuti dal lato del prosciutto,quando si saranno rosolati,aggiungete il vino bianco e fate sfumare.Toglieteli dalla padella insieme al fondo di cottura.

Consiglio
Servite ben caldi e irrorate i saltimbocca con il fondo di cottura.



sabato 17 novembre 2012

Mi sento come...




"Mi sento come il Demiurgo che trasforma le inerti parole di una ricetta in una saporita e colorata realtà , armonizzando e proporzionando gli ingredienti, percependo il giusto punto di cottura, partecipando visceralmente alla frittura delle patatine, soffrendo con l'aglio dentro l'olio bollente, estasiandomi di soffritto, beandomi di ogni sugo, perdendomi tra gli aromi e gli odori, amando una fogliolina di basilico appena colta, immolata sui fumanti maccheroni al pomodoro."                                                     Ugo Tognazzi

Tortino arancia e cioccolato

Ingredienti(per 4 persone):
150gr. di cioccolato(fondente)
125gr. di burro
75gr.di farina
3 rossi d’uovo
4 uova intere
75 gr.di zucchero semolato
Scorsa di 2 arance
Cacao in polvere

Procedimento:
Sciogliete il cioccolato fondente e il burro a bagno maria.
Mescolate fino ad ottenere un composto uniforme,far raffreddare il cioccolato a temperatura ambiente.
In una ciotola grande,sbattete i tuorli e le uova intere fino ad ottenere un composto ben rappreso,unite gradualmente lo zucchero continuando a sbattere con il frullatore elettrico per circa 15 secondi.
Successivamente incorporate le uova sbattute con il cioccolato. Aggiungete la farina setacciata,fino ad ottenere un composto ben amalgamato. Aggiungete la scorsa grattata delle 2 arance.
Successivamente preriscaldate il forno a 200° e nel frattempo che il forno si riscaldi,imburrate e infarinate 4 cocotte,eliminando la farina in eccesso.
Versate l’impasto nelle cocotte e disponetele su una teglia ed infornare per circa 12-15 minuti.

Consiglio:
Per sapere se il tortino è cotto muovete la teglia se il centro rimane fermo potete sfornare

Decorazione: 
Decorate il vostro tortino con del cacao in polvere e dei riccioli di arancia e una fettina di arancia pelata a vivo.


Servite ben caldi ;)  

giovedì 15 novembre 2012

Tiramisù al Limone

Ingredienti:
Savoiardi /Pavesini/Pan di Spagna(a voi la scelta)
1/2kg. di mascarpone
1/2 l.di panna da montare
2 Limoni
3 cucchiai di limoncello
cioccolato bianco

Preparazione:
Per la bagna:Prendete una ciotola e unire 3 bicchieri di acqua,succo di limone,zucchero,3 cucciai di limoncello.
A parte preparate la crema:Montare la panna e successivamente unite il mascarpone,2 cucchiai di zucchero,scorsa di limoni grattugiato una volta ottenuta una crema.Potete proseguire nella preparazione del tiramisù:primo strato di crema,bagnate velocemente con il composto già preparato precedentemente i pavesini etc.e formate uno strato di crema uniforme poi continuate con uno strato di crema e uno di pavesini e così via.Fermatevi al terzo strato!Infine grattugiate  il cioccolato bianco!!!

Consiglio:
Nella mia ricetta metto il limoncello ma qualora il tiramisù lo dovesse mangiare un bambino meglio non metterlo e il risultato è  buonissimo!!!A voi la scelta;)





Polpettine di mozzarella






Questo piatto che vi propongo oggi è semplicissimo da preparare 
e sono golosissime!!!






Ingredienti:
150gr. di mozzarella(a treccia)
150gr. mollica pane fresco
100gr.di parmigiano
farina q.b.
3uova
maggiorana
 noce moscata q.b.
olio di semi
 Sale q.b.

Preparazione:
Mettete in un mix la mollica di pane a pezzi,la mozzarella tagliata a tocchetti,le uova il sale,il parmigiano grattugiato,maggiorana,un pizzico di noce moscata.Successivamente passatele nella farina.
Scaldate abbondante olio in un tegame,con una paletta adagiatevi le polpette e friggetele finchè non saranno dorate e croccanti.Quindi prelevatele e fatele asciugare con della carta assorbente e salatele.

Consiglio:
Mi raccomando servite le polpette ben calde e croccanti!

Gnocchi di castagne

Ingredienti:

Per gli gnocchi:
250gr.di farina di castagne
250gr.di farina 00
250gr.di latte
250gr.di acqua
Per la fonduta:
120gr. di fontina
60gr. di burro
erba cipollina q.b.
maggiorana q.b.
sale e pepe q.b.

Preparazione:
Create un impasto ben rappreso con le due farine,il latte e il sale,lavorate il tutto molto bene e creiamo degli gnocchi.Intanto in un tegame sciogliete la fontina a pezzi con il burro e le erbe aromatiche tritate.
Mettete gli gnocchi in acqua bollente,quando sono cotti lì scolate e lì saltate in padella con la fonduta e le erbe aromatiche.



lunedì 12 novembre 2012

Presto vi metterò tutte le foto delle nuove ricette :D buona serata a tutti Voi :)

Spiedini di Scampi

Ingredienti
8 Scampi 
1 patata
200 g di scarola già bollita
1 acciuga sott’olio
Pepe qb
Spiedini di legno
Olio extravergine
Sale qb

Preparazione:
Sgusciate  le code dei scampi e le insaporite con sale e pepe. Con una mandolina affettate una patata, molto sottilmente. Avvolgete  nella patata la polpa della coda, salate e pepate lo polpa,Infilate due code, per ogni spiedino di legno. Successivamente le mettete su una teglia con la carta forno, aggiungete un filo di olio e infornate a 180° per 10 minuti. Nel frattempo, in un’altra padella, lasciate sciogliere  completamente l’acciuga nell’olio e aggiungete della  scarola. Servite gli spiedini di scampi su un  letto di scarola.

Straccetti di vitello

Ingredienti:

straccetti di vitello qb
rucola
pinoli
succo di limone
olio Evo
2 zucchine

Preparazione:
Tagliate le zucchine a julienne e condirle con dell’olio Evo
Tagliare a striscioline la carne di vitello e rosolarla in olio caldo per un paio di minuti in una casseruola.
Successivamente unite la rucola in modo da farla appassire leggermente.In un’altra padella antiaderente tostiamo i pinoli.
Completiamo impiattando il piatto unendo i pinoli tostati e con del succo di limone e le zucchine.

sabato 10 novembre 2012

L'astice alla Chitarra

Ingredienti per 4 persone:
Spaghetti alla chitarra
1Astice da 600/700 gr.
1 Scalogno
Salsa di pomodoro
Olio evo q.b.
Sale q.b.
Pepe q.b.
Prezzemolo q.b.

Preparazione:
Cuocere a vapore l’astice fresco per 10 minuti circa. Soffriggere lo scalogno nell’olio sfumandolo con poco vino bianco. Aggiungere la salsa di pomodoro e cuocere per altri 10 minuti. Nel frattempo spaccate in due l’astice e mettete le parti nel sugo continuandone la cottura per qualche minuto. Lessate gli spaghetti e fateli saltare nel sugo dopo aver messo da parte l’astice. Impiattare e spolverare con prezzemolo tritato.